Quindicesima giornata: Spilimbergo battuta in trasferta contro Senigallia

SENIGALLIA 70
SPILIMBERGO 56

La Graphistudio Spilimbergo non trova i due punti dalla trasferta marchigiana di Senigallia: coach Andriola è ancora alle prese con rotazioni ridotte all’osso, data l’assenza di Ogrisek ma anche quella di Siro Braidot. Il giocatore ex Falconstar, infatti, sta ancora attendendo il via libera per il tesseramento dalla federazione, dunque ancora “stato di emergenza” per il team mosaicista, che affronta la Goldengas di coach Regini: partono meglio i padroni di casa, con un parziale di 13-4 firmato dagli uomini più rappresentativi, ovvero Facenda, Pierantoni e Maddaloni. Risponde prontamente, però, Marco Benigni (4/14 dal campo, 2/2 ai liberi, 7 rimbalzi, 2 assist) e dopo qualche fatica Spilimbergo riesce comunque a rientrare sul meno sei alla fine del primo quarto.

Il team marchigiano tiene la testa avanti, pure se la coppia Gaspardo-Bagnarol dalla panchina è davvero mortifera (alla fine saranno 27 punti combinati per i due ’89 di Andriola): Senigallia, però, sembra giocare al gatto con il topo e mantiene sempre 4-5 lunghezze di margine, grazie alle iniziative di Maddaloni (3/5 da due, 4/7 nelle triple, 5 rimbalzi, 4 assist, 3 recuperi). All’intervallo il tabellone luminoso recita 30-26, con una Spilimbergo che soffre parecchio al tiro, ed anche ai liberi non va meglio (61% alla fine): la Goldengas è compatta e tiene duro anche quando, nel terzo periodo, Gaspardo ha ancora qualche spunto di classe.

Pierantoni (6/12 al tiro e 13 rimbalzi) e Facenda (7/13 e 8 rimbalzi) chiudono i varchi sotto canestro, approfittando dell’assenza di Ogrisek nelle file mosaiciste: i punti dei due lunghi di Regini condiscono bene le iniziative perimetrali di Maddaloni e Monticelli. Senigallia riesce a tenere sempre un margine di sicurezza, anche a fine terzo quarto: 47-41, poi l’ultima frazione vede un’esplosione realizzativa dei padroni di casa contro una Graphistudio stanca e improduttiva in attacco.

Appena 56 i punti segnati dai friulani: decisamente troppo poco per impensierire la Goldengas, che segna 23 punti in dieci minuti e conclude il match con un vantaggio di quattordici punti. Ora per Spilimbergo è tempo di vacanze e si auspica che il tesseramento di Braidot possa risolvere diversi problemi.
Goldengas Senigallia: Magrini 6, Monticelli 11, Savelli, Facenda 15, Pierantoni 12, Stefanini 2, Maddaloni 22, Di Donato 2; non entrati: Pensierini e Girolimetti. Coach Regini.

Graphistudio Spilimbergo: Bagnarol 12, Daniotti, Fazzi 10, Gaspardo 15, Benigni 11, Diviach 6, Accardo, Leita 2; non entrato: Vitolo. Coach Andriola.
Parziali: 19-13, 30-26, 47-41

Arbitri Santilli di Macerata e Ardone di Pesaro.

Note Tiri liberi: Goldengas 6/12, Graphistudio 8/13. Da tre: Goldengas 8/30, Graphistudio 4/13.

Articolo tratto da www.megabasket.it