RAVENNA 85
SPILIMBERGO 58

Sconfitta con risultato “palindromo” per Spilimbergo: 85-58 il punteggio con cui i mosaicisti rientrano dalla Romagna, dove si sono fatti asfaltare dall’Acmar Ravenna del corregionale Massimiliano Bosio.

Coach Andriola va a far visita all’ambiziosa formazione di “Cece” Ciocca senza due pedine fondamentali della rotazione come Ogrisek ed Accardo, in panchina per onor di firma: nemmeno Bagnarol è a disposizione e dunque per l’allenatore della Graphistudio si tratta di raschiare il fondo del classico barile.

Quintetto base praticamente quaranta minuti in campo a testa (se si eccettua lo spot di ala forte suddiviso fra Gaspardo e Benigni), e primo periodo in equilibrio contro l’Acmar: Braidot (4/5 da due, 1/2 da tre, 8/8 in lunetta, 6 rimbalzi, 6 falli subiti, 2 assist) si esalta contro i giocatori romagnoli, che però ribattono colpo su colpo.

Alla lunga, però, Ravenna capisce che deve mettere pressione difensiva ai giocatori ospiti, che non avranno la lucidità necessaria per tutti i quaranta minuti: pian piano, infatti, l’Acmar si fa largo. Il margine dei romagnoli si amplia e scollina la doppia cifra nel secondo periodo, quando Spilimbergo mette a segno solamente quindici punti, mentre dall’altra parte si scatena il trio Amoni (5/9 da due, 2/5 da tre, 1/1 ai liberi, 4 rimbalzi, 3 recuperi) – Filattiera (2/4 da due, 6/9 nelle bombe e 3 assist) – Quartieri (3/6 da due, 2/3 da tre, 7 rimbalzi).

All’intervallo Spilimbergo è sotto 49-34, ma la situazione non migliora nella ripresa: sotto le plance ci prova il volonteroso Passaglia (8/17 dal campo, 9 rimbalzi, 6 falli subiti), ma Ciocca attinge anche dalla panchina e trova risposte immediate. Sanlorenzo e Morigi si conficcano nel fianco difensivo della Graphistudio come fastidiosi dardi avvelenati ed il margine dell’Acmar inizia a diventare preoccupante nel terzo quarto: +21 alla terza sirena per una Spilimbergo oramai sulle ginocchia.

E’ la resa per i mosaicisti, che nell’ultimo periodo vengono superati di ventisette punti, con il festival del canestro romagnolo che prosegue: il match termina con il punteggio di 85-58 e prosegue l’emergenza infermeria per coach Andriola, che deve recuperare al più presto almeno un paio di pedine.

 

Acmar Ravenna: Amoni 17, Filattiera 22, Quartieri 13, Zambrini 6, Barbieri 2, Frigoli 5, Sanlorenzo 9, Morigi 9, Cicognani 2, Bosio ne. All. Ciocca

Graphistudio Spilimbergo: Diviach 5, Braidot 19, Passaglia 17, Fazzi 11, Benigni 1, Gaspardo 5, Girolami, Daniotti, Accardo ne, Ogrisek ne. All. Andriola
Parziali: 20-19; 49-34; 66-45

Articolo tratto da www.megabasket.it