3S CORDENONS 80
SOGEDIL VIS SPILIMBERGO 71

PARZIALI
08 – 18
34 – 38
64 – 51

Doveva essere la prova della verità dopo la prima vittoria ottenuta a spese del San Vito per la Sogedil vis Spilimbergo under 15 impegnata nel match di ritorno contro la temibile 3S Cordenons, ma i ragazzi di Pasquale Gallo e Roberto Palermo dopo un avvio promettente che aveva fatto ben sperare, sono ricaduti nelle fragilità che ne hanno caratterizzato fin qui il cammino, concedendo
inermi ai ragazzi di Coach Celotto il terzo quarto che di fatto ha rotto gli equilibri di un incontro fin li giocato in modo egregio.
Terzo quarto come si diceva fatale per le aspirazioni di Veronese e compagni, caratterizzato da un black out collettivo con i nostri ragazzi capaci di concedere un parziale di 30 – 13 che di fatto ha incanalato decisamente la partita verso il risultato finale.

Troppe comunque le 32 palle perse contro le 12 recuperate e ancora insufficienti le percentuali al tiro dal campo, 25/72 alla fine e  dalla linea dei tiri liberi 15/33, per sperare nella vittoria esterna che dopo il primi due quarti appariva senza ombra di dubbio possibile.
Per quanto riguarda le prestazioni dei singoli note di merito per Giulio Marchi con 8/16 da 2 e 1/1 da 3, per il 98 Alessio Bonafede con 3/ 9 da 2 , 6/8 ai liberi e 1/2 da 3 e per Jacopo Peresson con 9/ 18 da 2, 6/11 ai liberi, una stoppata e soprattutto 12 rimbalzi.

Inizio di partita equilibrato con il tabellone che segna 8 a 8 a 4.17 dalla fine , ma i nostri ragazzi con una difesa attenta e con la giusta attenzione infliggono un parziale di 10 a 0 portandosi a condurre per 8 a 18 alla fine del primo quarto.

Veemente reazione dei padroni di casa all’inizio del secondo periodo, ma i nostri rispondono colpo su colpo fino al 20 a 30 a 3.03 dalla fine quando la 3S trascinata da Zanardo alza i ritmi di gioco e con un parziale di 14 a 8 si riporta in partita.
Si va pertanto al riposo lungo con il punteggio di 34-38.

Nel Terzo quarto i ragazzi Vis lasciano mente e cuore negli spogliatoi e con incredibili disattenzioni consentono il sorpasso ai padroni di casa sul 44-43 a 7.23, da qui alla fine è un crescendo dei ragazzi di Celotto che sulle ali dell’entusiasmo fanno centro da qualsiasi posizione e punto dopo punto piazzano l’allungo decisivo portandosi a condurre per 64 -51.

Ancora Cordenons all’inizio dell’ultimo quarto e massimo vantaggio interno 71- 53 a 7.00 dalla fine, ma quando la disfatta sembrava cosa fatta ecco la grinta e la voglia che Pasquale Gallo va predicando, finale in crescendo dei nostri fino al 80 – 71 finale.
Risveglio tardivo purtroppo e vittoria esterna di nuovo rimandata.
.
m.p.