JADRAN TS – AUTONORD FIORETTO VIS SPILIMBERGO   80-58

15-25; 20-19; 16-7; 29-7 

Dopo aver assaggiato il gusto della prima vittoria nel campionato elite, la Vis Spilimbergo vuole dare continuità ai risultati positivi come conseguenza comunque di quel bel gioco tanto agognato dal duo Braidotti-Patisso.

Di fronte l’ostico Jadran autore di un eccellente partenza. Lo Spilimbergo c’è e si vede, parte a razzo con il trio delle meraviglie Passudetti-D’Andrea-Buttazzoni, ben coadiuvati dal mastino Guida, autore tra l’altro anche di 4pt nel 1°quarto.
Non pervenuto Trieste, che rimane a galla con il solo capitan Batich (6pt nel quarto, 24 totali). A metà del secondo quarto, Spilimbergo raggiunge il massimo vantaggio (+16) con un gioco semplice e fluido e con una percentuale ai tiri mai vista da questa squadra anche dalla linea dei 3pt (saranno 8 le triple finali).
Trieste decide così di difendere a zona x cercare di mettere in difficoltà l’attacco ospite, in serata di grazia. Il gioco bianco-azzurro così si rompe. Spilimbergo fatica a ritrovare il bandolo della matassa ma rimane ancora in gioco grazie alle 4 triple della seconda frazione, perdendola comunque con il minimo scarto, 20-19 (35-44).
Al rientro dalla pausa lunga, Daneu & c. recuperano inesorabilmente il gap accumulato, vincono il terzo quarto 16-7 e devastano i mosaicisti nell’ultima frazione con un secco 29-7 ove ergono le capacità balistiche di capitan Batich. Per Spilimbergo solo il rammarico di un’opportunità gettata al vento.

A cura di Andrea Patisso