Sabato 15 dicembre : una data che gli appassionati di basket friulani hanno cerchiato in rosso fin dall’uscita del calendario del girone a di DNB. Alle 18.30 alla “Favorita” di Spilimbergo si incontreranno le due sole (dopo la dolorosa radiazione di Monfalcone e la retrocessione di Udine nell’anno passato) compagini rappresentanti il Friuli-Venezia Giulia nella quarta serie nazionale.
Il passato delle due formazione è diametralmente opposto : da una parte troviamo la Graphistudio Spilimbergo, squadra promossa in DNB lo scorso anno e salvatasi nello spareggio thrilling di Recanati, dall’altra la Calligaris, sodalizio ormai habituè della categoria, che, sei mesi or sono, si è visto sfilare di mano la promozione in DNA soltanto all’ultima partita da Mirandola.

Corno di Rosazzo è un collettivo esperto, con giocatori abituati a calcare parquet prestigiosi, soprattutto in categorie superiori, abilmente orchestrato dal coach monfalconese Maurizio Zuppi.
In cabina di regia staziona il play di Ruda, ma di scuola Pall. Trieste e con un passato da girovago per lo Stivale, Daniel Tonetti, esterno capace di servire palloni al bacio ai compagni come di mettersi in proprio e fornire parecchi punti alla causa della sua squadra. Nelle posizioni di guardia e ala piccola giostrano i frombolieri Vidani e Nanut, il primo è dotato di ottimo tiro sia dalla lunga distanza che dopo un palleggio, mentre il secondo è in grado di segnare in ogni maniera, come testimoniato dagli ingenti bottini realiuzzativi accumulati in anni di militanza nell’odierna DNA. La posizione di ala forte, a seconda del quintetto scelto dal coach, è ad appannaggio di uno fra l’atletico ed ottimo giocatore di uno contro uno Ferrari (molti lo ricorderanno in più puntate alla Snaidero Udine, e dal lungo dalle mani dolci e pericoloso anche dalla lunga distanza Miniussi. Il centro titolare è il monfalconese Zambon, una vita spesa fra DNA e DNB in tutta Italia con una puntata anche in Legadue nella prima Snaidero di Boniciolli dopo l’esperienza al college negli USA. Dalla panchina partono l’ex Pienne Pigato, swingman che ricopre anche il ruolo di play di scorta vista la probabile assenza dell’under Avanzo. Non dovrebbe essere del match anche l’altro giovane Fumolo.
I seggiolai sono reduci da una striscia di quattro sconfitte consecutive che hanno fatto scivolare Ferrari e compagni appena sotto la zona playoff.

Chiave del match per la Vis sarà ancora una volta la difesa, con la consapevolezza che ogni giocatore messo in campo da Zuppi può rivelarsi determinante sull’esito della contesa.

La Graphistudio è reduce dalle vittorie di Riva del Garda e in casa con Villafranca. Il momento dei mosaicisti è riassunto da coach Andriola : “Ci troviamo davanti a una partita che mette in palio due punti importantissimi per entrambe le squadre. Vincendo noi potremmo dare seguito a questa fase del campionato in cui, recuperando tutti gli effettivi, stiamo raccogliendo i frutti del nostro lavoro; mentre Corno ha bisogno di questi due punti per uscire da una fase difficile.In un match come il derby chiamo a raccolta i nostri tifosi, i ragazzi delle giovanili, le famiglie per sostenere la Vis, un patrimonio del paese di Spilimbergo.

Arbitri della contesa saranno i signori Brotto e Chiodi.