E’ la Vivigas Costa Volpino a uscire vincente dallo scontro con una Graphistudio costretta a rincorrere per quasi tutti i 40 minuti sfiorando nel finale quella rimonta che i sebini sono sempre riusciti ad arginare nell’arco del match.

Alla palla a due la Graphistudio presenta Ellero in quintetto, mentre coach Ciocca fa partire dalla panchina il rientrante Guerci. Il primo quarto scorre sui binari dell’equilibrio con Costa Volpino che nel finale trova due bombe di Furlanis e Baroni che la portano sul 19-15. Nel secondo parziale le giocate del pordenonese Piazza abbinate alla precisione di Guerci, Pignalosa e Scutiero portano i padroni di casa sul più 14, ma la Vis non molla e la verve di Radovanovic, Bosio, Ellero e Piccini la riporta all’intervallo a meno 8 sul 41-33 interno. I secondi 20 minuti sono una lotta di nervi fra una Vis che cerca di riportarsi a contatto e una Vivigas che ne rintuzza gli attacchi. Da questa lotta esce vincitore il chirurgico Scutiero, killer silenzioso capace di infilare quelle bombe e quei canestri che ricacciano indietro una Graphistudio capace di tornare a – 4 a poco più di un minuto dalla fine, ma che deve mangiarsi le mani per la pessima percentuale ai liberi.

COSTA VOLPINO – SPILIMBERGO   90 – 80

VIVIGAS COSTA VOLPINO Baroni 8, Piazza 15, Furlanis 17, Pignalosa 14, Drigo 10, Guerci 12, Scutiero 14, Ibrahimi; non entrati: Nezosi e Cicivè. Coach Ciocca.

GRAPHISTUDIO VIS SPILIMBERGO Piccini 23, Seravalli 4, Radovanovic 18, Bosio 18, Ellero 17, Accardo; non entrati: Gaspardo, D’Andrea, Passudetti e Nassutti. Coach Andriola.

Parziali: 19-14, 41-33, 65-57
Arbitri Pais e Callea di Porto Torres.
Note Tiri liberi: Vivigas 18/23, Graphistudio 11/24. Da tre punti: Vivigas 6/17, Graphistudio 7/13.