La Vis combatte, ma inizia con una sconfitta

PIENNE PORDENONE – GRAPHISTUDIO SPILIMBERGO 68 – 55 (18-15, 35-30, 55-43, 68-55)

E’ una Graphistudio che torna da Pordenone con zero punti, ma con segnali incoraggianti per il futuro. Nonostante il punteggio finale reciti 68-55 a per la Pienne Pordenone capitan Magini e soci hanno lottato con i naoniani per tutti e 40′ i minuti.

I mosaicisti si presentano al Forum menomati dalle importantissime assenze di Thomas Gaspardo e di Marko Jovancic, infortunatisi proprio nella settimana antecedete il debutto in campionato. Nello starting five dunque spazio al giovane D’Andrea in posizione di ala piccola al fianco della coppia di esterni Magini-Bagnarol e dei lunghi David Gaspardo e Bei. E’ Pordenone a scattare meglio dai blocchi di partenza, trovandosi avanti 14-8 al 5′, ma una bomba di Magini riporta Spilimbergo a contatto sul 18-15 di fine primo quarto. Sale in cattedra anche Bei con una schiacciata prendendo il centro dll’area e la Graphistudio in un battito di ciglia è avanti 24-22. E’ Colamarino con un gioco da 4 punti seguito da una bomba di Muner a riportare in vantaggio Pordenone, che chiude il secondo quarto in vantaggio per 30-35. L’inerzia al rientro dagli spogliatoi è completamente in mano alla squadra di casa che, sospinta dalle giocate di Varuzza, Muner e di un sontuoso Zambon, oltre cha da un Panni impreciso,ma chirurgico nei momenti chiave, scappa sul 55-43 alla terza sirena. Ultimo periodo con la Vis che cerca di riaprire la partita tornando a -7 con la palla in mano, ma è una bomba ancora di Muner a mettere la parla fine a un match che vede la squadra di casa aggiudicarsi i primi due punti della stagone con il punteggio di 68-55.

“Nonostante la sconfitta si sono viste delle cose positive. – dichiara coach Granchi a fine partita – Sicuramente abbiamo pagato due assenze che avevamo, ma i giocatori che sono sceso in campo hanno lottato per tutti e 40′ i minuti in campo. E’ stata una prova importante soprattutto per i nostri giovani D’Andrea e Mareschi che hanno giocato rispettivamente 30 e 28 minuti facendosi trovare pronti alla chiamata. Da martedì saremo con la testa alla Sangiorgese (uscita sconfitta anch’essa dall prima di campionato da Lecco, n.d.r.) per continuare in quello che è il nostro processo di crescita.”

PIENNE : Muner 12, Galli 5, Colamarino 6, Nobile, Panni 11, Zambon 18, Ferrari 4, Nata, Varuzza 12, Begiqi.

GRAPHISTUDIO : Mareschi 4, D’Andrea 6, Magini 23, Bagnarol, Bei 1o, Gaspardo 12, Passudetti, Nassutti, Jovancic e Ferigutti n.e. .