SPILIMBERGO – PIENNE PORDENONE   61 – 76

Una decina di minuti, invero pochini viste le dichiarazioni bellicose della vigilia e quelle a pochi minuti dall’inizio della partita, è stata in forse la partita tra Pordenone e Spilimbergo.
La leadership provinciale è quindi più che mai patrimonio dellaFriuladria dopo la limpida affermazione sulla Vis, decisamente inferiore sotto qualsiasi profilo.

Il margine avrebbe potuto essere addirittura più ampio ma Cesare Ciocca ha pensato bene di far sedere in panca con largo anticipo il terribile “vecchietto” Davide Zambon, il dominatore del pitturato, e di rinunciare anche per lunghi tratti a Ferrari e Varuzza.
Pronti via e Spilimbergo si porta 10 a 2, il solito inizio al rallentatore, Panni e compagni hanno bisogno di scaldare le candelette e una volta alla giusta temperatura il gap viene ricucito con facilità. Colamarino non è in giornata? Poco male, dalla panchina si alza Vittorio Nobile, uno dei giovani che giocano davvero non come quelli di altre squadre che vanno in campo solo nel garbage time o nei sogni di dirigenti o allenatori, e s’incarica di mettere a referto i punti necessari.

Secondo e terzo quarto con una sola squadra in campo, il Pienne, difesa arcigna, tracce offensive anche piacevoli e qualche rimbalzo offensivo in più chiudono anzitempo la disfida. In sede di pronostico il coach Ciocca aveva manifestato preoccupazione per la verve degli avversari. In verità una volta acquisito un vantaggio in doppia cifra la tanto decantata furia agonistica della Vis non la si è notata. ” Abbiamo rispettato appieno il piano partita – ha sentenziato alla fine il coach Ciocca – i ragazzi dopo un inizio stentato hanno aumentato la pressione difensiva e questo è stato sufficiente per far pendere l’ago della bilancia. Una menzione particolare per Davide Zambon e Vittorio Nobile, due ottime prestazioni.”

 

Graphistudio Vis Spilimbergo: Ferigutti, Passudetti, D’Andrea, Fontani 15, Magini 13, Jovancic 6, Bagnarol 4, Bei 13, T. Gaspardo 5, D. Gaspardo 5. All. Granchi.

Friuladria Pienne Pordenone: Muner 2, Galli 5, Colamarino, Nobile 15, Panni 15, Zambon 24, Ferrari 10, Nata 2, Varuzza 3, Begiqi. All. Ciocca.

 

PARZIALI 14-17; 30-39; 40-60
ARBITRI Semenzato di Mirano e Almerigogna di Trieste.

NOTE Tiri liberi: Spilimbergo 14 su 16, Pienne 10 su 12. Da tre punti: Spilimbergo 7 su 29, Pienne 4 su 18.

 

Articolo tratto da www.megabasket.it