SPILIMBERGO – BASKET MESTRE 104 – 99 dts

La Graphistudio Spilimbergo manda a casa con le pive nel sacco il Basket Mestre di Zatta, Dal Pos e Chinellato: un team, quello veneto, ricco di nomi interessanti e di potenzialità, ma che si è scontrato contro la verve e la gioventù del team di Galetti, che ha usufruito della prova da cineteca della coppia Nozzolillo – Bagnarol, autori di 55 punti combinati. I primi venti minuti sono da cineteca per la Graphistudio, molto produttiva in attacco e comunque capace di incrementare il proprio vantaggio in maniera esponenziale: Mestre ha le sue belle difficoltà nel contenere Nozzolillo (5/7 da due, 3/6 nelle triple, 9/13 in lunetta) e Bagnarol (8/10 dal campo, 10/11 ai liberi, 5 rimbalzi, 3 assist), folletti immaracabili per la difesa avversaria; Spilimbergo segna ben 50 punti nei primi due quarti di gioco, poi nella ripresa emerge l’esperienza di Mestre, che non rimane certamente a guardare ed a subire in maniera passiva.

Nel terzo periodo, infatti, inizia la lenta ma inesorabile rimonta del team di Toffanin: Zatta (4/11 dal campo, ma 10 falli subiti e 14/16 in lunetta) è bravissimo a sfruttare ogni contatto ed a guadagnarsi punti facili dalla lunetta, mentre Dal Pos (5/8 da due, 11/14 nei personali) e Chinellato (7/11 da due, 1/1 da tre, 2/3 ai liberi, 7 rimbalzi, 5 assist) lo seguono a ruota. Spilimbergo inizia ad avere una lieve flessione, tanto che alla terza sirena il margine si è ridotto a sole cinque lunghezze: qualche fischio arbitrale un pò dubbio innervosisce non poco il team mosaicista. Bagnarol, comunque, continua ad essere inarrestabile per i mestrini, che non sanno come fermarlo e la partita rimane comunque incanalata su binari offensivi: negli ultimi minuti c’è grande concitazione e l’arbitraggio fischia più del dovuto, tanto che coach Galetti si becca un fallo tecnico che potrebbe costare caro alla Graphistudio. Zatta infila un 5/5 ai liberi che porta Mestre avanti 74-79, ma nel rush conclusivo la Graphistudio ha la solidità mentale per tenere duro e resistere al ritorno di fiamma di Mestre: è Nozzolillo che, sull’84-87, trova la tripla del pareggio a tre secondi dalla fine. Gli ospiti hanno l’ultima opportunità, ma Zatta non trova il canestro e si va dunque all’overtime: Galetti perde Cernivani e Bagnarol, ma ha comunque un Nozzolillo ancora “on fire”; la guardia classe 1994 tramuta un importante 6/6 ai liberi portando Spilimbergo a +4, poi un contatto su Passudetti viene tramutato in fallo offensivo del playmaker mosaicista. Rabbia e proteste da parte della panchina di casa, ne fa le spese l’accompagnatore De Marchi che viene espulso: Dal Pos fissa il pareggio a quota 95, poi D’Andrea e Nozzolillo riallungano nuovamente sul +4. Mestre ha anche l’opportunità per trovare il pareggio grazie a una bomba di Mink, che però non entra, sul 102-99: chiude Passudetti con un 2/2 dalla linea dei liberi, scatenando la festa mosaicista al termine di un match più che combattuto.

 

Graphistudio Vis Spilimbergo: Cernivani 7, Nozzolillo 28, Passudetti 4, Nobile 8, D’Andrea 8, P. Bianchini 8, G. Bianchini, Bagnarol 27, Gaspardo 8, Milickovic 6. All. Galetti.
Basket Mestre 1958: Zatta 24, Dal Pos 21, Chinellato 19, Prete 12, Delle Monache 12, Mink 5, Trevisin 4, Zorzi, Munaretto 2, Maran. All. Toffanin.

Parziali: 25-20, 50-38, 64-59, 87-87
Arbitri: D’Avanzo e Bertin di Padova.

 

Articolo tratto da www.megabasket.it