Sponsor VIS Pallacanestro

Electrozeta
Friulovest Banca
Frandoli Sistemi per Tende
Lumicom
Turismo Ottantacinque

Ultime notizie

Campionato C Silver

L’A.S.D. Pallacanestro VIS Spilimbergo comunica di aver ingaggiato per la stagione sportiva 2020 – 2021 l’atleta Edoardo Palazzi. Guardia di 185 centimetri classe 1995, grande tiratore e realizzatore dotato di fisico possente e notevoli attitudini offensive, il giocatore nato e cresciuto cestisticamente a Vittorio Veneto...

Settore Giovanile

Riparte l’attività del minibasket

L'Asd Vis Pallacanestro Spilimbergo è lieta di comunicare che dal 25 agosto, presso il palazzetto dello sport della Favorita, ripartirà l'attività del settore minibasket. Viste...

Aggiornamenti sul Progetto Easybasket a scuola

Positivo sotto ogni profilo il Progetto Easybasket promosso dalla Vis Spilimbergo in collaborazione con la scuola primaria "Giovan Battista Cavedalis", tenuto dal prof. Lucio...

Ricerca

Articoli per Categoria

Dalla Nostra Pagina Facebook

Ieri a Udine è morto Paolo Monte. Aveva 88 anni ed era conosciuto come un grande e passionale allenatore di pallacanestro.

Tutta la Spilimbergo sportiva piange la scomparsa di Paolo Monte, più che un allenatore per generazioni di spilimberghesi e di friulani che hanno vestito la storica maglia della Vis Spilimbergo. Con la morte di Monte va negli archivi della storia un’epoca gloriosa della pallacanestro spilimberghese, quella della scoperta di uno sport di squadra alternativo al calcio, un “gioco” che esalta valore fisico e intelligenza. Paolo Monte ha raccolto la semina del primo minibasket locale, forgiando una squadra di atleti che sono maturati come uomini sotto la sua verve ruvida, ma giusta, imponendo una disciplina sportiva e sociale che è risultata una decisiva scuola di formazione per generazioni. Paolo Monte era un personaggio carismatico, con una passione totale per lo sport e i suoi valori, che ha trasmesso ai suoi atleti e anche al pubblico che seguiva regolarmente le partite di campionato una mentalità vincente, una feroce determinazione, ma anche un severo senso della lealtà e della correttezza. Il suo carattere forte ha trasmesso ai suoi giocatori e allievi la voglia di non mollare mai, di non abbattersi per una sconfitta o un momento negativo, spesso arrivando a essere duro con i suoi ragazzi negli allenamenti e in partita. “Se non ti alleni bene non giocherai bene” diceva come un mantra, pretendeva il massimo da tutti, a cominciare da se stesso, anche a scapito della salute, ma era capace di grande empatia e aveva un senso dell’umorismo che superava ogni asperità del carattere. Molti sono i suoi giocatori della Vis, la seconda squadra più antica del pordenonese e una delle storiche società regionali con una prestigiosa e ininterrotta ultradecennale attività. Udinese di nascita e cultura, bancario di mestiere, ha adottato ed è stato adottato da Spilimbergo totalmente, diventando un’icona sportiva. Spesso gli appassionati andavano al palasport di via Mazzini più per vedere le sue “intemerate” in panchina che le partite della Vis.
Paolo Monte non era un teorico degli schemi e della tecnica, ma un allenatore di cervelli prestati allo sport. Spilimbergo gli è sempre rimasta nel cuore e anche senza frequentare più la città del Mosaico teneva contatti continui con i molti amici, tenendosi sempre informato sul percorso sportivo della Vis, diventandone un tifoso appassionato.
Con la scomparsa di Paolo Monte finisce un’era della pallacanestro non solo spilimberghese, quella della passione, del campanile, dei valori e dell’amicizia. La Vis Spilimbergo, in lutto, ha nella sua figura un punto di riferimento assoluto e ne perpetuerà il ricordo.

(a cura di Umberto Sarcinelli)
... See MoreSee Less

2 weeks ago

Ieri a Udine è morto Paolo Monte. Aveva 88 anni ed era conosciuto come un grande e passionale allenatore di pallacanestro.

Tutta la Spilimbergo sportiva piange la scomparsa di Paolo Monte, più che un allenatore per generazioni di spilimberghesi e di friulani che hanno vestito la storica maglia della Vis Spilimbergo. Con la morte di Monte va negli archivi della storia un’epoca gloriosa della pallacanestro spilimberghese, quella della scoperta di uno sport di squadra alternativo al calcio, un “gioco” che esalta valore fisico e intelligenza. Paolo Monte ha raccolto la semina del primo minibasket locale, forgiando una squadra di atleti che sono maturati come uomini sotto la sua verve ruvida, ma giusta, imponendo una disciplina sportiva e sociale che è risultata una decisiva scuola di formazione per generazioni. Paolo Monte era un personaggio carismatico, con una passione totale per lo sport e i suoi valori, che ha trasmesso ai suoi atleti e anche al pubblico che seguiva regolarmente le partite di campionato una mentalità vincente, una feroce determinazione, ma anche un severo senso della lealtà e della correttezza. Il suo carattere forte ha trasmesso ai suoi giocatori e allievi la voglia di non mollare mai, di non abbattersi per una sconfitta o un momento negativo, spesso arrivando a essere duro con i suoi ragazzi negli allenamenti e in partita. “Se non ti alleni bene non giocherai bene” diceva come un mantra, pretendeva il massimo da tutti, a cominciare da se stesso, anche a scapito della salute, ma era capace di grande empatia e aveva un senso dell’umorismo che superava ogni asperità del carattere. Molti sono i suoi giocatori della Vis, la seconda squadra più antica del pordenonese e una delle storiche società regionali con una prestigiosa e ininterrotta ultradecennale attività. Udinese di nascita e cultura, bancario di mestiere, ha adottato ed è stato adottato da Spilimbergo totalmente, diventando un’icona sportiva. Spesso gli appassionati andavano al palasport di via Mazzini più per vedere le sue “intemerate” in panchina che le partite della Vis.
Paolo Monte non era un teorico degli schemi e della tecnica, ma un allenatore di cervelli prestati allo sport. Spilimbergo gli è sempre rimasta nel cuore e anche senza frequentare più la città del Mosaico teneva contatti continui con i molti amici, tenendosi sempre informato sul percorso sportivo della Vis, diventandone un tifoso appassionato.
Con la scomparsa di Paolo Monte finisce un’era della pallacanestro non solo spilimberghese, quella della passione, del campanile, dei valori e dell’amicizia. La Vis Spilimbergo, in lutto, ha nella sua figura un punto di riferimento assoluto e ne perpetuerà il ricordo.

(a cura di Umberto Sarcinelli)

 

Comment on Facebook

Condoglianze alla Vis e a tutto il nostro basket ...

👍👍👍

Load more

Trasparenza Amministrativa

Seguende le norme per la trasparenza amministrativa, la Vis pubblica il resoconto dei contributi pubblici ricevuti nel corso del 2019.