Spilimbergo retrocede in Divisione Nazionale C

SPILIMBERGO – CASTELLANZA   67 – 72

Ed alla fine, anche la matematica condanna la Graphistudio Spilimbergo: con la sconfitta casalinga di ieri, la formazione del presidente Maiorana è ufficialmente retrocessiona in Divisione Nazionale C. A passare sul parquet della “Favorita” sono i stati i Knights di Castellanza, autori di una prestazione normale per i loro standard: il team ospite ha giocato al gatto col topo, lasciando che i mosaicisti si sfogassero nei primi venti minuti per poi vibrare le stoccate vincenti nella ripresa.

La Graphistudio perde il derby contro Udine

APU UDINE – VIS SPILIMBERGO   75 – 65

Retrocede in Divisione Nazionale C la Graphistudio Spilimbergo: al termine di un derby combattuto al PalaBenedetti, il team di Luca Granchi deve accettare il verdetto contro la formazione bianconera, che riprende il suo cammino vittorioso e conquista altri due punti utili al morale.

 

Spilimbergo cade in casa contro Costa Volpino

Vis Spilimbergo – Pall. Costa Volpino 63-77 (15-26, 15-17, 15-19, 18-15)

Dura solamente cinque minuti il confronto fra Graphistudio Spilimbergo e Vivigas Costa Volpino: la formazione di Luca Granchi si presenta all’impegno senza il suo giocatore di riferimento, ovvero Michele Bei, contro un team che deve assolutamente vincere per cercare di guadagnare terreno in ottica playoff. Senza un lungo come Bei, le alternative sono i giovani Thomas Gaspardo e D’Andrea: spazio dunque alla linea verde e nei primi minuti di gara la Vis tiene bene testa ai quotati avversari.
A metà primo periodo, però, dall’11 pari si passa all’11-22 in un amen: l’intensità e la “fame” di Costa Volpino fanno la differenza, con un gioco di squadra che alla fine porterà sei uomini in doppia cifra per la compagine di Crotti.

Spilimbergo sconfitta in casa da Orzinuovi

Vis Spilimbergo – Pall. Orzinuovi 70-91 (15-25, 16-22, 22-28, 17-16)

Nessun problema per la Gagà Orzinuovi al palasport “Favorita” di Spilimbergo: il team di Eliantonio non lascia spazio ad una Graphistudio che oramai è rassegnata alla retrocessione in Divisione Nazionale C. Fin dal primo momento, una delle formazioni più blasonate del girone mette sotto i mosaicisti, che partono con uno 0-7 perentorio: Marko Micevic (10/15 da due, 2/4 da tre, 9 rimbalzi) domina in attacco ed a rimbalzo, trascinando i suoi compagni a prendersi subito 10 punti di margine dopo il primo quarto.

Spilimbergo cade contro Lugo

Spilimbergo cade contro Lugo

Lugo – Vis Spilimbergo 80-74

Una sconfitta che ha l’amaro sapore della retrocessione per la Graphistudio Spilimbergo: il confronto diretto con Lugo viene perso per 80-74 dai mosaicisti, che si vedono dominare nel primo periodo e sono poi costretti a rincorrere per il resto della partita.

Vittoria della Vis contro Varese

Vittoria della Vis contro Varese

SPILIMBERGO – VARESE   86 – 79

Finalmente uno spiraglio di luce nel buio: la Graphistudio VIS Spilimbergo mette fine alla tremenda striscia di undici sconfitte consecutive che aveva costellato il suo cammino in campionato fino a questo momento. La vittoria casalinga controVarese regala ancora una speranza di salvezza, anche perchè ora ci sarà la possibilità di confrontarsi con Lugo con un pò più di serenità: l’inizio di partita non lascia presagire nulla di buono. Al palasport “Favorita” è proprio Varese a scattare meglio dai blocchi di partenza: conclusioni perimetrali in abbondanza, con tre fiammate a firma Realini (saranno anche le uniche della sua partita) ed in generale difesa Graphistudio che fa acqua da tutte le parti.

Spilimbergo perde con onore a Treviso

Spilimbergo perde con onore a Treviso

TREVISO – SPILIMBERGO   76 – 69

Altra sconfitta, ma tutto sommato accettabile: la Graphistudio Spilimbergo perde in quel di Treviso al cospetto della Dè Longhi di coach Bjedov, ma non si è arresa fino alla fine. Atteggiamento positivo da parte di Bei e soci, che dopo essere finiti sotto anche di quindici punti si sono resi protagonisti di un’ottima ripresa: ma andiamo con ordine. Il primo quarto è piuttosto equilibrato all’inizio, poi con il passare dei minuti è evidente che la Dè Longhi ha gli uomini per mettere in difficoltà Spilimbergo:”Bobo” Prandin, giocatore ben conosciuto in regione per la sua militanza in maglia Snaidero Udine anni fa, è il solito tremendo realizzatore (7/14 da due, 1/5 da tre, 2/2 ai liberi, 6 rimbalzi, 2 assist) e propizia il +7 per la sua formazione dopo dieci minuti.