FERRARA 76
SPILIMBERGO 57

Spilimbergo arresta il suo “momento d’oro” a Ferrara, al cospetto dell’ambiziosa Mobyt: i padroni di casa iniziano fortissimo il primo periodo di gioco andando subito avanti in doppia cifra, con un 18-5 che la dice lunga sull’approccio agonistico del team di Furlani. Spilimbergo, però, non ha timori reverenziali e risponde prontamente nel resto della prima frazione: la difesa migliora ma è soprattutto l’attacco che si dà una svegliata, imponendo un pesante 0-11 alla Mobyt.

Dopo dieci minuti siamo sul 18-16, dunque c’è equilibrio pure se Ferrara ha moltissime frecce a disposizione nella propria faretra: la Graphistudio, però, ha il merito di non mollare e trova uno strepitoso Roberto Fazzi (4/6 da due, 3/9 da tre, 3/3 ai liberi, 6 falli subiti), che da grande veterano trascina Spilimbergo al vantaggio, sul 23-24 durante il secondo periodo.

La squadra di casa, però, ha un Michele Ferri (3/8 dal campo, 8/10 ai liberi, 7 rimbalzi, 4 recuperi, 9 falli subiti, 2 assist) assolutamente dominante in cabina di regia: il playmaker classe 1985 segna e procura punti ai suoi terminali offensivi, nutrendo di palloni pregevoli i vari Benfatto, Gori, Cortesi e Agusto. Ferrara riesce ad allungare leggermente sul +7 alla fine del secondo quarto, ma Spilimbergo è ancora in partita: dura poco, però, l’illusione dei mosaicisti di giocarsela fino in fondo.

La Mobyt, infatti, rientra in campo determinata a chiudere anzitempo le ostilità: con il predominio nel pitturato di Benfatto (4/6 da due, 2/3 ai liberi, 11 rimbalzi, 2 recuperi) e i canestri di un ottimo Simone Cortesi, Ferrara piazza un break di 21-10 che lascia di stucco la Graphistudio. Spilimbergo in questo frangente non trova quasi mai la via del canestro, complici percentuali rivedibili in attacco: il solo Fazzi riesce ad ottenere qualche risultato, ma è troppo solo e la formazione di Andriola crolla a meno diciotto.

Il quarto periodo serve solamente per arrotondare le cifre, perchè la Graphistudio non va mai oltre i quindici punti di svantaggio e Ferrara può amministrare con comodo i minuti che la separano dalla vittoria, arrivata con il punteggio di 76-57.
Mobyt Ferrara: Campiello 10, Maggiotto 6, Seravalli 8, Agusto 11, Ferri 14, Benfatto 10, Cortesi 10, Gori 7; non entrati: Pigozzi e Frignani. All. Furlani

Graphistudio Spilimbergo: Fazzi 20, Ogrisek 8, Accardo 3, Bagnarol 8, Gaspardo 4, Leita 4, Diviach 10; non entrati: Daniotti, Girolami e Vitolo. All. Andriola

Articolo tratto da www.megabasket.it