SPILIMBERGO 71
RIMINI 94

Nulla da fare per la Graphistudio Spilimbergo, che di fronte ai propri tifosi cede nell’ultima giornata di campionato di fronte ai “granchi” di Rimini: 71-94 il risultato finale di una partita che ha visto la formazione mosaicista non riuscire a limitare le folate offensive dei romagnoli.

Il primo periodo vede alte percentuali, soprattutto per gli ospiti: dopo un buon inizio di Braidot, risponde alla grande Norman Hassan (7/12 nelle triple) che ferisce con continuità dall’arco dei tre punti. Meno sei per la Graphistudio, che allora cerca di innescare il centro Passaglia (4/7 da due, 2/3 da tre, 2/2 ai liberi, 8 rimbalzi e 3 recuperi), che colpisce sia da sotto che da fuori.

L’attacco, però, non è il problema principale della Graphistudio, che oltre ad Hassan lascia troppo spazio a Amadori (5/5 da due, 4/8 da tre, 1/1 ai liberi, 4 assist, 3 recuperi) e Silvestrini (4/9 dal campo, 5/5 in lunetta, 6 falli subiti, 4 assist): è +9 per Rimini al ventesimo minuto, poi nella ripresa gli ospiti dilagano.

L’assenza di Benigni è sicuramente pesante per la Graphistudio, che deve spremere Passaglia, Braidot e il positivo Gaspardo (4/11 dal campo, 2/2 ai liberi, 8 rimbalzi, 4 recuperi e 2 assist), che surroga al meglio l’assenza dell’ala classe 1979 ex Falconstar: Amadori e Hassan, comunque, proseguono nella loro opera di bombardamento dall’arco dei tre punti ed il divario inizia a farsi pesante, toccando anche i venti punti di scarto.

Coach Andriola capisce che la partita sta sfuggendo di mano ai suoi ragazzi e dunque approfitta per dare spazio anche ai giovani della panchina: in questo frangente è il playmaker classe 1996 Daniele D’Andrea (11 minuti in campo, 2/3 al tiro, 2/2 in lunetta, 3 rimbalzi, 1 recupero) a mettersi maggiormente in luce, sfoderando una prestazione senza paura. I sostenitori della Graphistudio applaudono calorosamente il giovane mosaicista ed alla terza sirena Spilimbergo si trova a meno quindici: i Crabs, però, spezzano le illusioni di rimonta dei locali ancora una volta con Hassan e Amadori, che trovano le conclusioni dell’ulteriore allungo e chiudono definitivamente i giochi a +23.

Per Spilimbergo ora è tempo di playout: l’avversaria di Braidot e compagni si chiama Texa Roncade, una squadra che ha in Omar Visentin e nei lunghi Lorenzetto e Delle Monache i punti di riferimento.

Articolo tratto da www.megabasket.it

Graphistudio Spilimbergo: Fazzi 9, Braidot 13, Federico Bagnarol 9, Diviach, Passaglia 16, Gaspardo 10, Accardo 8, D’Andrea 6, Daniotti, Benigni ne. Coach Andriola.

Basket Crabs Rimini: Amadori 23, Silvestrini 14, Lopez 2, Marengo 3, Caceres 6, Squeo 6, Brighi 7, Hassan 21, Calegari 5, Gasparin 7. Coach Ambrassa.