SPILIMBERGO 79
RONCADE 77
(dts)

C’è ancora speranza per la Graphistudio Spilimbergo: ci sono voluti 45′ di gioco, ma alla fine la resistenza della Texa Roncade è stata abbattuta. Al Palasport “Favorita” di Spilimbergo è andata in scena una partita al cardiopalma, con Marco Diviach (3/6 da due, 3/6 da tre, 5 rimbalzi, 2 assist) ad aprire i fuochi: il regista di Andriola conferma il suo ottimo momento dalla linea del tiro pesante, con un paio di bombe che mettono subito le cose in chiaro. Roncade risponde con due triple a firma Visentin e Pascon, dunque il primo quarto è in equilibrio (15-15).

Stessa musica anche nella seconda frazione, che vede in un primo momento la Texa scattare in avanti, ma Roberto Fazzi (4/5 da due, 4/9 da tre, 7/8 ai liberi, 6 falli subiti, 5 recuperi) inizia la sua opera, prendendo ritmo e andando a canestro.

Graphistudio che cerca di scappare nel punteggio, ma la Texa è un’avversaria ostica, come già dimostrato in GaraUno: coach Volpato predica grande agonismo difensivo e ripartenze veloci; i suoi ragazzi eseguono e rimangono attaccati come le zecche al team locale, che subisce un paio di canestri da Omar Visentin (5/8 da due, 2/3 da tre, 3/6 in lunetta, 2 assist). Alla sirena dell’intervallo lungo sono tre le lunghezze di vantaggio dei mosaicisti, avanti 40-37: Roncade prende coraggio e inizia a farsi valere nella ripresa.

Oltre a Visentin, si mette in moto infatti anche il lungo Fabio Capelli (5/9 dal campo, 1/2 ai liberi, 3 rimbalzi, 3 recuperi), che ribalta il risultato e porta Roncade a più sette (44-51): è un’illusione che però dura poco per gli ospiti, perchè Roberto Fazzi ci mette poco, il tempo di due triple, per ricucire lo strappo.

La Graphistudio termina la frazione ancora avanti di tre, ma nell’ultimo quarto Roncade dimostra di essere determinata: Lorenzetto, Visentin e Barbato spingono ancora avanti il team veneto (67-69), ma Benigni è protagonista e, dopo aver recuperato un rimbalzo difensivo, si proietta in attacco e stacca anche una carambola offensiva, dopo l’errore di Diviach. L’appoggio dell’ala di Andriola vale il supplementare: nell’overtime i padroni di casa vanno subito avanti con sei punti di Fazzi, mentre Capelli cerca di tenere a contatto Roncade con gli avversari. L’ultimo vantaggio spilimberghese è a firma Diviach, che mette dentro due punti per il 79-77: dall’altra parte Capelli ha il tiro da fuori del pareggio, ma non centra il bersaglio e dunque Roncade perde dopo un tempo supplementare, retrocedendo in Divisione Nazionale C.

Per Spilimbergo, invece, c’è ancora speranza: la Graphistudio ora se la dovrà vedere nello spareggio contro Rovereto, che ha appena fatto retrocedere in DNC l’Apu Udine. Vedremo se i ragazzi di Andriola riusciranno a “vendicare” a modo loro i corregionali.

Articolo tratto da www.megabasket.it
Graphistudio Spilimbergo: Braidot 11, Benigni 7, Diviach 15, Passaglia 13, Fazzi 27, Accardo 4, Bagnarol 2, Gaspardo; non entrati: Girolami e Daniotti. Coach Andriola.

Texa Roncade: Dalle Monache 4, Vettori 8, Carniato 9, Pascon 8, Barbato 6, Lorenzetto 7, Menegon 4, Visentin 19, Capelli 12; non entrato: Pellegrin. Coach Volpato.

Guarda tutte le foto della partita su www.megabasket.it