SPILIMBERGO – BASSANO   42 – 78

Crollo verticale della Graphistudio Spilimbergo al cospetto della Fiorese Bassano del Grappa: al palasport “Favorita”, è andata in onda una vera e propria mattanza, dove i mosaicisti sono stati la vittima sacrificale.
Idee in attacco poche, percentuali scadenti (12/45 dal campo e 65% ai liberi) e una prestazione “normale” dei veneti hanno reso ancor più pesante una sconfitta che poteva starci, considerata l’assenza di Gaspardo, pedina fondamentale dello scacchiere della Graphistudio.
Difficile commentare un match dove il secondo quarto termina 7-31 ed all’intervallo il tabellone luminoso fa segnare un 17-51 che non ha bisogno di ulteriori aggiunte: Carlesso (4/9 al tiro, 4/4 ai liberi, 13 rimbalzi, 7 falli subiti) domina sotto canestro, insieme ad un Gints Antrops (3/3 da tre, 12 rimbalzi, 2 recuperi) che svaria con naturalezza fra perimetro ed area pitturata. Con queste premesse, e le doppie cifre di Crosato, D’Incà e Bordignon, per Spilimbergo non c’è scampo.

L’imprecisione al tiro rende impossibile qualsiasi reazione ed allora coach Andriola decide di dare spazio ai giovani già dalla seconda metà del match: Daniotti, D’Andrea e Passudetti non demeritano, ma alla fine lo scarto è di quelli pesanti. Trentasei punti da recuperare, per un 42-78 davvero notevole.

Graphistudio Spilimbergo: Bosio 12, Ellero 6, Radovanovic 6, Piccini 2, Seravalli 11, Accardo 2, Daniotti 1, D’Andrea, Passudetti 2, Gaspadro ne. All. Andriola
Fiorese Bassano: Carlesso 12, D’Incà 10, Antrops 15, Gallea 5, Pietrobon, Crosato 11, Camazzola 4, Stopiglia 9, Bordignon 12, Busatta. All. Corà

Parziali: 10-20; 17-51; 29-68

Articolo tratto da www.megabasket.it