Che la partita contro la Sangiorgese non fosse affatto semplice lo si sapeva fin dall’inizio, ma viste le doti dimostrate contro Pordenone era ben altra la prova che era lecito aspettarsi dalla Graphistudio. Spilimbergo ha mostrato invece l’altra faccia della medaglia, arrendendosi alla pioggia di triple che nei primi due quarti si è abbattuta sulla Favorita.

La Sangiorgese ha comandato la partita per tutti i 40′ trovando la prima fuga già sul 16-8 dell’8′. I lombardi hanno poi imposto il loro gioco, arrotndando il vantaggio fino al 68 – 92 finale.

“Abbiamo certamente capito quale non deve essere la nostra maniera di scendere in campo. – commenta coach Granchi – I giovani devono comprendere quanto sono importanti nell’economia di questa squadra e andare sempre sul parquet con il coltello fra i denti. Adesso torneremo subito al lavoro per offrire ai nostri tifosi una prova migliore di questa sabato contro l’Urania Milano.”