3S CORDENONS 68
VIS SPILIMBERGO 75

Partita di cartello quella che al Palazzetto di via Avellaneda a Cordenons vede i padroni di casa e primi in classifica del campionato U19 in opposizione ai mosaicisti dell’Autonord Fioretto, a pari punti ma secondi in classifica per aver giocato una partita in più.

Come da copione partita difficile per la Vis  a causa della grande intensità difensiva della squadra di coach Montena, con raddoppi sulla linea di metà campo. Dal canto suo Spilimbergo non riesce a sfruttare le immense praterie lasciate sotto la plancia avversaria. La partita scivola così in assoluta parità, 15 – 16 il primo quarto. E’ al minuto 16 che, dopo un time out ospite, un Nassutti in forma assieme a Girolami e Bagnarol ed una difesa finalmente all’altezza del gioco di Melloni, costruita intorno a Buttazzoni e Vitolo, sembrano dare il la ad una facile vittoria ospite, con il massimo vantaggio alla pausa lunga, 26 a 37. Eppure qualcosa sta cambiando, la panchina di Spilimbergo si scalda per qualche duro contatto e l’inerzia della partita incomincia a cambiare proprietà.

Vincendo il terzo quarto, Cordenons recupera lentamente il divario precedentemente subito giocando sulle ali dell’entusiasmo, Spilimbergo invece non è in grado più di chiudere un incontro che sembrava avere in mano per lunghi tratti, soccombendo invece ad un nervosismo spiegabile negli innumerevoli falli subiti. 16 a 13 il parziale per un 42 a 50 finale di terzo quarto. La partita vera è tutta negli ultimi 10′. Al 34esimo il 3S ricuce lo strappo e si porta sul 49 a50. La Vis fatica a costruire gioco, prontamente interrotto da un fallo sistematico avversario.

Basta leggere i numeri per avere conferma: dei 14 punti nel quarto, 10 arrivano da tiro dalla lunetta. L’ultimo minuto da cardiopalma: a 31” dalla sirena due triple consecutive di Zaccheo intervallate con un  3 su 4 ai liberi di Spilimbergo, portano i locali sul 62 a 62. Passudetti va in lunetta e fa 1 su 2, 62 a 63. A 21″ dalla fine, D’Andrea consegna una rimessa agli avversari che non sbagliano da sotto e fanno 64 a 63. Lo stesso D’Andrea fa ancora 1 su 2 ai liberi ed è 64 pari sino alla fine. Nei 5′ supplementari sono ancora i liberi a far vincere la Vis Spilimbergo, 7 su 8, lasciando al 3S  4 soli punti in 5′ a Caragliu.