Dopo una carriera da giocatore che lo ha visto protagonista sui campi del Triveneto e non solo, da tre stagioni Marco Chivilò è il Direttore Sportivo della Vis Spilimbergo. A lui abbiamo chiesto alcune impressioni su quanto lasciato intravedere dalla Vis Graphistudio versione 2012/2013.

Siamo al termine del primo mese di lavoro per questo gruppo. Quali sono, sino ad ora, le sue impressioni sulla squadra?
La squadra mi piace. E’ una compagine nuova per sei decimi, ma nelle amichevoli disputate, si sono intravisti sensibili miglioramenti, sintomo che il team sta acquisendo il dna che coach Andriola ha in mente . Possiamo difendere contro chiunque quando siamo concentrati e avere parecchie soluzioni offensive.

Ha detto che questa Vis è parecchio rinnovata. Che sensazioni le hanno suscitato i nuovi arrivati?Mi è parso che si siano inseriti alla grande e fatto sunito gruppo sia tra loro che con i reduci dalla passata stagione. Radovanovic, con la sua esperienza, ha assunto il ruolo di chioccia per questa giovane squadra, oltre a dimostrare le sue doti con il pallone in mano. Ellero sta facendo vedere le due dimensioni, interna ed esterna che può avere in fase offensiva. Bosio ha messo in mostra tutte le sue doti atletiche e la sua varietà di soluzioni in attacco. Piccini sta difendendo come un leone, ma dovrebbe trovare maggior tranquillità in fase offensiva e sfruttare le occasioni di concludere in maniera più immediata. Seravalli sta imparando a fare il play titolare, la strada sarà ancora lunga, ma sta crescendo di settimana in settimana.

E i “vecchi” Accardo, Daniotti e Gaspardo?
Gaspardo si è presentato in gran spolvero fisicamente e sta dimostrando di poter tener testa a tutti gli avversari che ha avuto di fronte,anche ai pivot di peso che l’anno scorso subiva. Daniotti quest’anno non ha problemi fisici e ci aspettiamo da lui un’esplosione, i mezzi atletici li ha, gli mancano ancora un po’ di faccia tosta e cattiveria in più. Accardo, il capitano, si è messo a disposizione del coach e darà anche una mano in regia a Seravalli,oltre al suo immancabile apporto agonistico e difensivo.

Anche quest’anno il settore giovanile riveste un ruolo di primaria importanza nella politica societaria della Vis.
E’ fondamentale che il settore giovanile cresca per poter riuscire a formare giocatori che poi possano giocare nella prima squadra. Così stiamo facendo,cercando di migliorare ogni anno il livello dei nostri allenatori e dell’organizzazione di tutte le squadre. Dimostrazione di ciò è il fatto che ben cinque U19 si allenano e fanno parte della compagine di DNB. Ognuno di loro con più o meno possibilità di dare il contributo in questo difficile campionato. I cinque under sono (in ordine alfabetico) Buttazzoni, D’Andrea, Facchin, Nassutti e Passudetti.

Cosa vuole dire ai tifosi della Graphistudio che si apprestano a sostenere la squadra in questa nuova avventura in DNB?
Per prima cosa li invito a vedere l’amichevole che giocheremo venerdì 21 alle ore 20:30 al palazzetto di Spilimbergo contro il Rorai, che continuino a seguirci come hanno fatto in questi anni ,anche con maggiore presenza al palazzetto. Questa squadra li farà divertire sicuramente perchè è un gruppo di ragazzi che ci tiene alla causa, che ha voluto venire a giocare con la cinquantenaria maglietta della Vis e che daranno l’anima per ottenere il miglior risultato possibile.