Grande vittoria per Spilimbergo!

SPILIMBERGO – LUGO   73 – 68 dts

La Graphistudio Spilimbergo batte un colpo, ed è un colpo importante: lo scontro diretto con una concorrente per la salvezza come Lugo coincide con la prima vittoria stagionale del team di Luca Granchi, che ha tenuto duro e nel supplementare ha staccato il referto rosa.

I mosaicisti si presentano alla palla a due con il nuovo acquisto Cosimo Fontani, ’89 subito prezioso negli equilibri della manovra della Vis: l’inizio dei padroni di casa è perentorio; lo sguardo è di quelli giusti ed intensità e cattiveria agonistica non mancano. Michele Bei (6/8 da due, 1/2 da tre, 4/4 ai liberi, 8 rimbalzi, 2 assist) è al solito fondamentale nei dintorni dell’area: il lungo mette la prima zampata, poi dopo un recupero lieve degli ospiti, è Bagnarol che indovina una tripla velenosa.

Dopo il 20-10 del primo quarto, sembra tutto facile per Spilimbergo, che mette in vetrina anche Fontani: l’ala raccatterà ben 14 rimbalzi e sarà una presenza a tutto campo; Spilimbergo tocca anche il +16, poi Paluan riesce a trovare spazi insperati e Lugo rientra nel punteggio. Un calo di tensione dei mosaicisti permette appunto il recupero della formazione avversaria, che va negli spogliatoi con sei lunghezze da recuperare: positivo, comunque, l’attacco della Vis con 41 punti segnati in due quarti e tutto il collettivo che riesce a portare il suo mattoncino.

Nella ripresa, però, si “accende” Fabio Ruini (6/10 da due, 5/11 da tre, 1/1 ai liberi, 8 rimbalzi, 4 recuperi): l’ex Serie A dimostra il suo passato da categoria superiore, iniziando a segnare punti su punti. Due triple dell’attaccante di Ortasi danno il primo vantaggio a Lugo sul 43-46 ed il palasport Favorita inizia a tremare: la squadra romagnola prende coraggio, ma a questo punto è Magini (3/6 da due, 3/9 da tre, 5 assist) che rimette le cose a posto, con un personale minibreak di 7-0 che alla terza sirena porta ancora avanti la Graphistudio, sul 52-50.

Ultimo quarto ricco di emozioni: è ancora Magini a trascinare la squadra in attacco, ma dall’altra parte Lugo non molla e rimane attaccata al match con le unghie e con i denti; nel finale, tanti episodi rocamboleschi ma alla fine dopo il +6 di Spilimbergo, Lugo trova il pareggio a quota 63 con Villani. Un paio di palle perse non permettono a Spilimbergo di trovare il canestro della vittoria e dunque si va all’overtime: nei cinque minuti di supplementare, però, è la Vis ad avere più benzina. Trascinata dall’entusiasmo e dal supporto del pubblico amico, la formazione di Granchi trova il guizzo grazie a Magini e ad un’altra conclusione pesante dell’eroe di casa Federico Bagnarol; è 73-68 al quarantacinquesimo e Spilimbergo può esultare per una vittoria fondamentale.

 

Graphistudio Spilimbergo: Fontani 7, Passudetti, Mareschi, Magini 17, Jovancic 4, Bagnarol 12, Bei 19, T. Gaspardo, D. Gaspardo 14, Ferigutti. All. Granchi.

Orthos Lugo: Montanari 8, Poluzzi 2, Ruini 28, Paluan 9, Pasquali, Legnani 1, Olivieri, Mazzocchi, Chiappelli 4, Villani 16 . All. Ortasi.

 

Parziali: 20-10; 41-35; 52-50; 63-63

Arbitri De Gobbis e Almerigogna di Trieste.

Note Tiri liberi: Spilimbergo 11 su 12, Lugo 11 su 16. Da tre punti: Spilimbergo 8 su 23, Lugo 9 su 31. Usciti per 5 falli nello Spilimbergo Jovancic e Bei, nel Lugo Chiappelli.

 

Articolo tratto da www.megabasket.it