MILANO – SPILIMBERGO   92 – 60

Fa freddo a Milano: meno trentadue. E’ questo lo scarto che la Graphistudio Spilimbergo accumula nella trasferta lombarda, contro l’Urania di coach Ghizzinardi: una partita che è durata solamente cinque minuti per i mosaicisti, il tempo di portarsi sull’8-6 grazie al solito apporto di Michele Bei (6/16 dal campo, 5/6 ai liberi, 10 rimbalzi). Per il resto, nei trentacinque minuti residui, c’è solamente una squadra sul parquet ed è Milano: l’Urania, infatti, chiude il primo periodo avanti di cinque punti ma dal secondo quarto in poi prende nettamente il controllo del match.

Grande difesa, che frutta innumerevoli palle perse, e l’Urania produce un secondo quarto da “cannibale”: parziale di 29-12, con Masieri (1/3 da due, 4/8 da tre, 2/3 ai liberi, 7 rimbalzi) e Bianchia crivellare la difesa della Graphistudio con una serie di triple: all’intervallo lungo il punteggio è 45-23 per i padroni di casa, uno scarto eloquente.

 

Ovvio che, con venti punti sul groppone, non sia nemmeno facile provare la rimonta: Spilimbergo prova qualche spunto d’orgoglio e nel terzo periodo riesce a reggere parzialmente l’urto dell’Urania, ma è già troppo tardi. Bei continua a lottare dentro al ferro, ma dall’altra parte la difesa è troppo morbida e concede ai lombardi di portare cinque giocatori in doppia cifra e un altro, Paleari, a nove: più ventitrè per la squadra di casa al trentesimo, poi nell’ultimo quarto il gap si amplia ulteriormente e l’Urania finisce col segnare 92 punti.

Spilimbergo accumula più di un trentello di svantaggio e torna in Friuli senza punti: ancora ultimo posto per la formazione allenata da Luca Granchi, che però questa volta non ha dimostrato cattiveria ed ardore agonistico, caratteristiche essenziali per una squadra che sta cercando di salvarsi.

 

 

URANIA MILANO
Resca 6, Torgano 13, Bianchi 17, Masieri 16, Paleari 9, Chiragarula 11,
Traorè, De Bettin 12, Janelidze 6, Pagani 2. Coach Ghizzanardi.

GRAPHISTUDIO SPILIMBERGO D’Andrea 3, Fontani 11, Magini 6, Bei 17, D.
Gaspardo 9, Gerometta, Passudetti 2, Jovancic 2, Bagnarol 11, T.
Gaspardo. Coach Granchi.

 

Parziali 16-11, 45-23, 69-46

Arbitri Zanotti e Ciregna di Piacenza.

Note
Tiri liberi: Urania 10/13, Graphistudio 14/20; Da tre: Urania 12/30,
Graphistudio 4/18.