QUBIK TRIESTE 66
GRAPHISTUDIO 51

Seconda sconfitta consecutiva per la Graphistudio di coach Andriola.
Dopo Venezia, anche Trieste si impone sui mosaicisti, che dopo un buon avvio di gara hanno perso il bandolo della matassa dell’incontro e non hanno più saputo reagire. Così, nel secondo quarto di gioco, il team di Spilimbergo segnava solamente 4 punti a fronte dei 19 degli avversari, sprofondando in un blackout che alla fine varrà l’esito del match.
Buon avvio per Fazzi, ma dopo i primi 10 minuti il play biancorosso non produce più il gioco che ci si aspettava. La sua percentuale al tiro vale il 50%: 7 su 14. Solo Accardo si merita la sufficienza: segna 3 su 3 dal campo e gioca una buona difesa su Ban, limitato a 8 punti. Negli ultimi due quarti gli ospiti non riescono a ricucire lo strappo e riprendere le redini della partita.
Questa seconda sconfitta viene dopo le quattro vittorie consecutive che avevano lanciato i mosaicisti nell’olimpo della classifica. Sabato prossimo arriva la Db Group Montebelluna, avversario abbordabile che Bagnarol e soci dovranno superare per rimettersi in marcia verso l’obiettivo playoff.

QUBIK: Tommasini 15, Ban 8, Slavec ne, Oberdan 9, Marosic 6, Franco 6, Floridan, Bernetic 2, Malalan 8, Coen 12. All. Vatovec.

GRAPHISTUDIO: Munari 9, Cominotto, Bongo Banda 4, Fazzi 16, Musiello, Leita, Sandrin 7, Bagnarol 6, Gerometta ne, Accardo 9. All. Andriola.

ARBITRI: Brocca di Venezia e Pavan di Treviso

NOTE: Parziali: pq 9-15; sq 28-19; tq 51-34. Tiri da tre: Qubik 4 su 11, Graphistudio 3 su 14. Tiri liberi: Qubik 8 su 9, Graphistudio 10 su 13.